Esperienze & Ricordi

Lunedì, 18 Novembre, 2013 - 10:57

Verso il mare della dimenticanza

Josif Brodskij

Ho un vago ricordo di come mi accostai a Iosif Brodskij.
Medio
Martedì, 21 Giugno, 2011 - 08:59

Pròtenus àeriì / mellìs caelèstia dòna

èxequar…..

Continuando, canterò i celesti doni dell’aereo miele.

Con questo esametro Virgilio inizia il Quarto Libro delle Georgiche dedicato interamente all’apicoltura dove il miele, ritenuto un dono celeste, è definito “aereo” perché si credeva che cadesse dal cielo insieme alla rugiada. Ho voluto, soprattutto per i lettori che provengono dal Liceo Classico, porre gli accenti sulle vocali lunghe dei  sei piedi che compongono il verso ed indicare con una barra la cesura, la pausa da  fare alla metà del terzo piede in modo da trasformare la lettura in recitazione cadenzata e sentirne così tutta l’armonica melodia.

Venerdì, 11 Febbraio, 2011 - 17:55

Nella città di Ascoli Piceno, nella zona un tempo chiamata contrada del lago nel 1064  fu eretta una chiesa dedicata a San Tommaso Apostolo alla quale fu annesso un  picciolo monistero. Il complesso, come si può vedere dalla foto aerea, si trova in pieno centro storico e nella piazza antistante si trovava un anfiteatro di epoca romana dalla demolizione del quale sono state tratte alcune colonne con capitello ancora esistenti nell'interno della chiesa e molte delle pietre squadrate usate per la realizzazione del complesso religioso.