Conversazioni

Venerdì, 14 Gennaio, 2011 - 17:56

Sic nos, non nobis… 
ovvero … alla ricerca del “senso” perduto

Stavo ascoltando il dottore che raccontava di quanto la filosofia lo avesse da sempre aiutato nello svolgimento del suo lavoro sia in quegli aspetti legati al dover affrontare gli "eventi" della vita e della morte dei suoi pazienti, peraltro dei bambini considerato che si tratta di un pediatra, sia quelli della "relazione" con se stesso e con gli altri come ad esempio i genitori dei suoi piccoli.
Domenica, 6 Febbraio, 2011 - 21:09

Tutto questo però indica qualcosa di più di una semplice incapacità espressiva delle parole.
E’ un po’ come dire che abbiamo la sensazione che alla fine qualcosa di oggettivo ci sia. E che ci siano il giusto e “il Giusto”, il bene e “il Bene”, ma anche il vero e “la Verità”: e questo indipendentemente dal fatto che “ciò debba essere” per qualche problema di coerenza o di decidibilità piuttosto che debba essere riferito a qualcosa di pratico o di dimostrabile.

Giovedì, 3 Febbraio, 2011 - 13:07

Vero e Falso. Qualche tempo fa riflettevo sul balletto di affermazioni e smentite che caratterizzano questa nostra società che, in epoche che mi sembrano oggi remote, chiamavo dell’iper-informazione. Ne avevo parlato proprio con uno dei presenti alla cena e mi riferivo, da appassionato di astronautica quale sono, al mare magnum di libri e di articoli che riguardavano quelli che potremmo definire i negazionisti del “progetto Apollo”.

Martedì, 1 Febbraio, 2011 - 14:04

Sappiamo bene che la mente dell’uomo cerca “regolarità” in base al semplice principio che queste permettono di risparmiare informazione: se io trovo una “formula” che sintetizza un insieme di fenomeni faccio meno sforzo a ricordarla di quello necessario ad elencare tutti i fenomeni.

Sabato, 29 Gennaio, 2011 - 01:01

La scienza, della quale mi occupo da quasi trent’anni, ci dice che “tutto” è relativo e questo sembrerebbe implicare che lo sia lei stessa e di conseguenza, la storia ce lo mostra chiaramente, lo siano le sue “leggi “ e le “sue verità”.

Mercoledì, 26 Gennaio, 2011 - 00:53

Va bene, magari le riflessioni sul tempo potrebbero essere interessanti ma non così utili dal momento che, come sosteneva il mio “vecchio” relatore di tesi quando lo avevano invitato a tenere una lectio magistralis  sul tempo:

Martedì, 25 Gennaio, 2011 - 12:37

…tu dici che la filosofia non serve a un tubo perché parla di cose astratte che, soprattutto in questi tempi, servono a poco o a niente.

Giovedì, 20 Gennaio, 2011 - 20:58

E così capitò che ci incontrammo per una pizza e che si parlò di filosofia. 
Non ricordo il preciso motivo per il quale quella sera capitò di far conoscere tra loro persone che, separatamente, erano già da tempo miei amici ma che fino a quel momento non avevano mai avuto l’occasione di incontrarsi[1]
Tantomeno ricordo come accadde che si finì a parlare di filosofia.